Chi siamo

U
US ACLI è:

  • ente di promozione sportiva riconosciuto dal Coni
  • ente paralimpico riconosciuto dal Cip
  • associazione di promozione sociale ente con finalità assistenziali, ricreative e culturali riconosciuto dal Ministero dell’Interno

A
aderisce a:
 

  • Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie
  • FairTrade Italia ISCA (Associazione Internazionale Sport e Cultura)
  • FISpT (Federazione Internazionale Sport per Tutti)
  • CESS (Confederazione Europea Sport- Salute)
  • Consorzio SPIN all’iniziativa “Dare voce allo sport di base”

Un’associazione che conta


L’Unione sportiva Acli è un’associazione democratica: ogni socio elegge e può essere eletto alle cariche sociali.

Diffusa su tutto il territorio nazionale, si articola in:

  • 104 sedi provinciali
  • 20 sedi regionali
  • 4.500 società sportive

 

L’US Acli conta:

  • 500.000 i soci
  • oltre 700.000 utenti dei suoi impianti sportivi Il 43% sono donne, il 41% praticanti tra i 18 e i 44 anni, il 28% sono giovani e bambini sotto i 18 anni.

L’US Acli mette quotidianamente in campo manifestazioni, gare, tornei, attività motorie e ricreative per tutti, programmi di educazione motoria e corporea per l’infanzia, attività formative e di aggiornamento per i propri operatori, servizi di consulenza giuridico e fiscale per le società sportive affiliate.

Un’associazione che conta, sul territorio fra la gente e nel mondo sportivo.

Con noi nessuno è escluso

L’US Acli è promossa dalle ACLI (Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani).
Fin dalle sue origini lavora per rendere accessibile a tutti la pratica sportiva, senza distinzioni di età, di sesso, condizione sociale, etnia, cultura.
Le persone sono il suo vero patrimonio.
Per questo si impegna nelle grandi battaglie di promozione dei diritti e dell’educazione alla cittadinanza attiva.
Nell’US Acli una particolare attenzione è riservata a chi è più esposto a rischi di emarginazione fisica e sociale: anziani, famiglie in difficoltà, immigrati e quanti vivono in uno stato di disabilità fisica e psichica.
Un interesse molto speciale è rivolto ai bambini e ai giovani; sia perché lo sport è una delle più coinvolgenti attività di divertimento e di ricreazione sia soprattutto perché è un efficace strumento educativo e formativo.
Nelle palestre, nei campi sportivi, nelle piscine dell’associazione lo sport è per tutti. Nessuno escluso.

Sport… insieme

Fare sport è utile e necessario. Farlo con l’US Acli è anche facile perché l’US Acli è diffusa capillarmente su tutto il territorio con tante iniziative, attività, progetti.
Con l’US Acli si possono praticare infatti, più di 40 specialità sportive: calcio; calcio a 5; ginnastica artistica e ritmica;
fitness; danza classica, moderna e contemporanea; ballo sportivo; bocce volo; bocce raffa; atletica leggera; pallacanestro; pallavolo; pallamano; pattinaggio; hockey; ciclismo; judo, karate, kung fu, taekwon do, ju-jutzu, aikido, discipline orientali; cicloturismo; mountain bike; tiro con l’arco; orientamento; arrampicata ed escursionismo; nuoto; windsurf; canoa; rafting; pesca sportiva; tennis; tennis tavolo; calcio balilla; sport invernali; sport equestri; giochi da tavolo. Ed anche attività per anziani, psicomotricità, attività ludico motoria, attività pre-sportiva – sport popolari.
Proprio con la pratica sportiva si realizzano, giorno per giorno, percorsi di educazione alla salute, all’ambiente, alla legalità, al gioco “pulito”: tratti caratteristici di quell’educare allo sport e attraverso lo sport che è la prima linea-guida di tutte le proposte dell’US Acli.
Per questo scegliere di fare sport con l’US Acli è una decisione importante. Per uno sport da vivere… insieme.

Una squadra… in formazione

Impegno, passione, responsabilità, attenzione agli altri, pazienza, sono qualità che caratterizzano sia chi opera sul campo sia chi guida l’associazione.
Qualità che l’US Acli valorizza e consolida attraverso itinerari formativi pensati per gli operatori, i tecnici e i dirigenti
impegnati quotidianamente a tradurre l’impegno associativo sul territorio.
Questa proposta formativa – caratterizzata oltre che dall’attivazione di competenze anche dal costante riferimento ai
valori originari dell’associazione – consolida le motivazioni ad essere protagonisti nello sport attraverso l’US Acli.
Una squadra costantemente in formazione, produce il primo effetto visibile proprio in campo. Ma non solo.

Quando è in gioco il progetto

Lavorare per progetti nell’US Acli è ormai un’esperienza consolidata che chiama in causa da protagonisti le realtà territoriali dell’associazione e crea opportunità di nuove relazioni con soggetti sociali e istituzionali del territorio.

Insieme alle campagne associative come quelle contro la violenza nello sport o quella per uno sport pulito, i progetti rendono più visibile e concreto l’impegno dell’US Acli.
Sport e famiglia, sport e adolescenti, sport e cittadinanza, sport e salute, sono i fili conduttori di alcuni progetti dai titoli evocativi: “Ci sono anch’io”, “Cittadini attraverso lo sport”,“No al doping”, “Accorciamo le distanze”,“G.o.a.l.s”, “Lo sport è rispetto. Rispetta lo sport”.
Queste esperienze sono raccolte e raccontate attraverso il sito dell’US Acli (www.usacli.org) e le pubblicazioni associative tra le quali la collana “Quando lo sport è sociale” e il vademecum “Il fisco incontra lo sport”.
Quando è in gioco il progetto associativo, “far sapere” è importante.
Non meno di “saper fare”.

Lo sport si manifesta

Se fare sport è vissuto nel suo significato originario di gioco, fare sport è bello, fa stare bene con se stessi e con gli altri, aiuta a crescere, a mantenersi in salute, a invecchiare bene. Se fare sport è rispetto delle regole e dell’impegno, fare sport è sana competizione, è voglia di stare insieme, è festa. Nell’US Acli la festa dello sport è una tradizione visibile nelle sue manifestazioni nazionali: da Scinsieme, decana degli sport invernali, a Sport in tour, dove tantissimi sport si giocano muovendosi in tappe interregionali.

Tradizione e visibilità crescente anche per “I colori dello sport”, il concorso fotografico annuale che si avvale di molti riconoscimenti istituzionali e associativi e che punta a mettere in evidenza i valori e gli aspetti positivi dello sport.
E poi il premio Enzo Bearzot assegnato a figure rappresentative dello sport.
Un premio di forte impatto simbolico che l’US Acli intitola a un grande sportivo, portavoce ed autorevole testimone dei valori educativi dello sport. Una scelta nata dalla convinzione che il modo con cui Bearzot esprimeva il suo mandato tecnico, sportivo, professionistico si avvicina quasi naturalmente al modo dell’US Acli di intendere lo sport per tutti.

Nel 2013 viene istituito anche per dirigenti, tecnici, atleti, società e gruppi sportivi dell’US Acli che si sono distinti nella promozione dello sport per tutti, il premio Enzo Bearzot. Le sfide sociali dell’US Acli.
Anche così l’US Acli rende manifesto lo sport e i suoi valori.